Uncategorized

Camera con vista

Fidandomi degli illuminanti consigli dei siti di libri del tipo “chi sceglie questo libro legge anche…” e “i clienti che hanno visto questo articolo hanno visto anche…”, e attingendo alla ricca fornitura di classici di casa mia, ho scelto di leggere e ho appena finito Camera con vista di Edward M. Forster.

Si legge in un soffio, è ideale come lettura estiva e come passatempo casalingo/marittimo in queste assolate giornate di pigrizia cerebrale.
Piacevole ma non memorabile, direi che “delizioso” è l’aggettivo perfetto per definirlo.
Tutto al suo interno è leggiadro, grazioso, lezioso ma non solo, perché c’è anche una sottile vena trasgressiva e sbottonata che lo agita, uno spirito allegro e furbo che strizza l’occhio a chi legge.
C’è tutta la buona e affettata società inglese dell’età edoardiana ma c’è anche la bellezza fresca e avventurosa del viaggio, della giovinezza, dell’amore spontaneo. E non mancano fra una pagina e l’altra riflessioni acute e brillanti, di tipo moderno e dalla validità senza tempo, che fanno sorridere e annuire perché comicamente vere.

Il bello di questo libro è che lo scrittore, nell’offrirci uno scenario inglese elegante e altoborghese dei primi del Novecento, ci offre anche e inaspettatamente una storia sopra le righe, in cui i protagonisti hanno comportamenti e pensieri vagamente audaci e attuali; non sono mai personaggi in costume timorati che sanno di naftalina letteraria ed emotiva, ma tipetti vivi, reattivi e tutt’altro che noiosi. Personalità vivaci che divertono il lettore e lo fanno sentire tutto sommato poco distante da quell’epoca.

Una storia d’amore, quella tra Lucy Honeychurch e George Emerson, combattuta tra convenzioni sociali e impulsi del cuore, tra ossequioso rispetto delle buone maniere inglesi e giovanili spinte controcorrente.
Il tutto sullo sfondo di viaggi in Italia (tutta la prima parte è ambientata a Firenze), continui spostamenti e inviti, sempre all’insegna di una spiccata solarità.

Un classico leggero e ottimistico per qualche ora/giorno di sollievo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *